BACKSTAGE

Mi chiamo Sara

sara casione ferrari - primoparagrafo - chi sono

Scrivo testi: ho cominciato da piccola su un’Olivetti Studio 45 che mi aveva regalato la nonna per Natale.
Volevo fare la giornalista, poi la scrittrice, poi, per un breve periodo, l’attivista di Greenpeace, possibilmente su una vecchia baleniera. Ma poi ho scoperto che avrei sviluppato un’insana dipendenza dalla Xamamina quindi niente, sono tornata al mio primo amore, la scrittura.

Oggi scrivo per lavoro: sono una web copywriter e social media manager.
Non è quello che ho sempre fatto, ci ho messo un po’. Prima ho fatto la gelataia, ho gestito una bellissima libreria, ho venduto roba che non mi piaceva fino a tornare alla mia passione iniziale: le parole.

Ho ripreso in mano la mia Laurea in Scienze della Comunicazione, l’ho guardata e l’ho messa da parte. Sapevo benissimo che per fare bene il mio lavoro avrei dovuto studiare ancora, e continuare a farlo tutti i giorni.
Perché a comunicare sono bravi quasi tutti, ma a farsi davvero capire, a catturare l’attenzione, a raccontare una storia, quello no. Quello è un lavoro, e si basa su preparazione, costanza, passione e disciplina. Il mio campo.

Scrivere per lavoro, scrivere di lavoro

sara casione ferrari - primoparagrafo - chi sono

Oggi scrivo post, blog post, testi di siti web, presentazioni.

Hai qualcosa da dire?
Sì che ce l’hai.
A chi lo vuoi dire?
Perché in base a questo sceglieremo insieme i canali da utilizzare, che tipo di contenuti, come diffonderli e chi coinvolgere per raggiungere più persone possibile. E trasformare il tuo pubblico in clienti, che si innamoreranno di te e del tuo prodotto.

Per fare tutto questo c’è bisogno di strategia, impegno e collaborazione. E soprattutto pazienza, tanta pazienza. Perché ci sono (pochi) casi in cui i risultati si vedono subito, e altri (quasi tutti) che ci mettono il tempo necessario. Per questo anche la fiducia è fondamentale.
Anche se si tratta di lavoro, se non ci piacciamo e non c’è fiducia, sarà difficile che riusciamo a lavorare insieme.

Mi chiamo Sara, e di mestiere scrivo: non vedo l’ora di farlo per te!